1. Agostino Di Bartolomei Il capitano silenzioso – Sfide del 26/11/2012

    27 novembre 2012 by emiliano adinolfi

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Agostino Di Bartolomei Il capitano silenzioso –

    Sfide del 26/11/2012

    Attraverso il racconto di Alex Zanardi, Sfide ripercorre la storia di Agostino Di Bartolomei, romano e romanista autentico entrato nella storia del club giallo rosso grazie a quello scudetto indimenticabile del 1983 che divenne subito il simbolo di tutta la città. La storia su Di Bartolomei, parte con una rovesciata nel tempo, che riporta l’attenzione a quel 30 Maggio 1994, giorno tragico che segna la scomparsa di questo grande campione, per poi ripercorrere gli anni della formazione e della consacrazione come uno dei giocatori più rappresentativi del club giallorosso. Il suicidio di Di Bartolomei provocò uno choc nel mondo del calcio, e attraverso le voci di chi il capitano l’ha conosciuto personalmente, si ricostruiscono le tappe della sua carriera, che dopo anni di sofferenze arriva a conquistare il tanto desiderato scudetto e giocare così la finale di Coppa dei Campioni l’anno successivo. Quella finale, tanto sognata e persa ai rigori, rappresenta un cruciale punto di svolta per la carriera di Di Bartolomei. Dopo quella sconfitta, infatti, il capitano lascerà con rancore la Roma per il Milan, per poi finire la sua carriera a Salerno, luogo d’origine della moglie. Gli anni dopo il ritiro sono fatti di progetti ambiziosi e di sogni difficili da realizzare, ma soprattutto di nostalgia che non troverà consolazione. Sfide offre un ritratto inedito del campione silenzioso, mai dimenticato, un racconto fatto anche dalle voci della sorella di Agostino, Daniela, della moglie Marisa, del figlio Luca e naturalmente dei compagni di squadra degli anni gloriosi, Roberto Pruzzo, Franco Tancredi, Sebino Nela, Bruno Conti.

     

     


  2. POPSOPHIA – Filosofia del Calcio: Josè Mourinho

    3 ottobre 2012 by emiliano adinolfi

    Popsophia – Primo Festival Del Contemporaneo (15 Luglio – 7 Agosto 2011).
    Il contributo filmato dedicato alla filosofia del Calcio e proiettato il 6 Agosto, durante l’incontro con Amedeo Goria e Elio Matassi.
    Montaggio video a cura di Riccardo Minnucci.


  3. Sfide – La buca di Maspero -

    14 settembre 2012 by emiliano adinolfi

    25 luglio 2011 dedicata al derby Juventus-Torino 3-3

     

    Siamo in piena Zona Cesarini infatti quando il direttore di gara decreta un rigore in favore della Juve per una normale trattenuta di gioco. È un regalo infiocchettato e pronto per essere scartato e stavolta sembra davvero finita per l’orgoglioso Torino. I granata impazziscono di rabbia e circondano l’arbitro per urlargli di tutto. Tutti tranne uno, Riccardo Maspero, che approfitta della confusione e si avvicina al dischetto. Zitto zitto inizia a scavare con la punta del piede una piccola buca: un paio di colpetti a destra, un altro paio a sinistra e il gioco è fatto. Accade poi che il Matador Salas appoggi la palla proprio nel piccolo fosso e che al fischio arbitrale la palla da lui calciata si impenni in maniera ridicola, per finire in orbita. È finita, la beffa è compiuta: per tutti quel derby rimarrà quello della buca di Maspero.


  4. BARCELONA ONE TOUCH FOOTBALL

    25 luglio 2012 by emiliano adinolfi

    Pep Guardiola

    Guardiola nasce in un paesino di cinquemila abitanti nel nord della Catalogna. E’ sempre stato uno molto precoce. A tredici anni entra nella cantera degli azulgrana. Nel 1990 fa il suo esordio in prima squadra, in panchina c’è Johan Crujiff, che gli dà le chiavi della squadra. E’ lui il regista di una squadra fortissima, che verrà soprannominata il ‘Dream Team’. A Wembley gli azulgrana con un gol di Ronald Koeman battono la Sampdoria e vincono per la prima volta la Champions League. Con Crujiff allenatore il Barca vince quattro volte consecutive la Liga, nel ’93 e nel ’94 Romario e compagni vincono all’ultima giornata, sempre con l’aiuto del Tenerife. Quando arriva Van Gaal c’è una pulizia generale, Guardiola è l’unico della vecchia guardia a rimanere, diventa il capitano e fa in tempo a vincere un altro paio di campionati. Gli ultimi anni della sua carriera li passa in Italia, dove gioca una trentina di partite tra Brescia e Roma e nel Qatar. Dopo aver smesso con il calcio intraprende la carriera di allenatore,dopo essere stato scartato da club italiani come trainer delle giovanili torna in blaugrana. Guida per un anno la squadra B del Barcellona, poi a sorpresa viene scelto come allenatore dei blaugrana. Secondo indiscrezioni esorta il presidente a concedergli una chance come responsabile della prima squadra.

    E’ l’estate del 2008 il Presidente Laporta punta su di lui, e rischia tantissimo. Guardiola, sempre elegantissimo in panchina e con la barba incolta, eredita da Rijkaard una squadra fortissima, piena di Campioni d’Europa (che pochi mesi prima avevano vinto Euro 2008 con la Spagna), con un trio favoloso in avanti: Henry, Eto’O e Messi. Lui si porta un po’ di giovani della cantera, che pian piano si conquistano il posto, come Pedro, il primo calciatore della storia dei catalani a segnare in tutte le competizioni, e Busquets.
    Nel giro di sette mesi il Barcellona conquista sei trofei. Arriva il ‘triplete’. Guardiola vince senza soffrire la Liga, rifila anche sei gol al Real Madrid al Bernabeu, vince la Champions League, a Roma è sconfitto il Manchester United, si prende anche la Coppa del Re. In Estate vince Supercoppa Europea e Supercoppa spagnola e dà ai catalani il primo Mondiale per Club. Guardiola che dà calciatore ha vinto 16 titoli, probabilmente ha perso il conto dei trionfi ottenuti da allenatore. Sono arrivate altri due trionfi nella Liga, un’altra Champions League, un altro Mondiale per Club, due Supercoppe di Spagna e un’altra Supercoppa Europea. In mezzo la ‘manita’ al Real Madrid.

     

     

     

     


  5. CALCIO TOTALE

    by emiliano adinolfi

     

     

     

    Calcio Totale Palmares e Video

    PALMARES

    Finalista Coppa del Mondo 1974 Olanda
    1 titolo Europeo: 1988 Olanda
    1 Coppa Campioni1 vinta Ajax 4-1 1971 Ajax – Panathinaikos 2-0
    4 titoli nazionali con l’Ajax: 1966, 1967, 1968, 1970
    1 titolo con Barcellona: 1974
    3 coppe d’Olanda con l’Ajax: 1967, 1970, 1971
    1 Coppa del re di Spagna con il Barcellona: 1978
    1 Coppa di Germania con il Colonia 1983